Written by 10:16 am Pillole

I vari stadi della malattia nell’adulto

La sifilide si sviluppa attraverso uno Stadio primario che va dal contagio all’insorgenza dei primi sintomi (da 10 a 90 giorni) ed è caratterizzato dalla presenza di un’ulcera (sifiloma) sui genitali, sull’ano, in bocca o in gola, e che si presenta come una lesione nodulare, rotondeggiante, dura al tatto, indolente, di colore rosso scuro. L’ulcera guarisce spontaneamente senza esiti nel giro 3-6 settimane, ma la malattia continua il suo corso nello Stadio secondario (sifilide secondaria) che si manifesta con macchie rosate cutanee di varia forma, la cosiddetta roseola sifilitica, prima sul tronco e successivamente sugli arti e in localizzazione palmo-plantare, ma non sul volto. Spesso si accompagna una linfoadenopatia generalizzata con linfonodi mobili, duri e indolenti. Anche senza trattamento i segni e i sintomi della sifilide secondaria scompaiono, ma se non trattata l’infezione progredisce verso lo Stadio latente che può durare fino a due anni, la sintomatologia è assente ma la persona è ancora malata. Lo Stadio tardivo si presenta molti anni dopo il contagio (10-30 anni), se la malattia non è stata trattata. Le manifestazioni più gravi, e talvolta fatali, sono quelle a carico dell’apparato cardiovascolare e del sistema nervoso centrale, mentre quelle più lievi interessano la cute. In questo stadio possono essere colpiti anche le ossa, i tendini, lo stomaco, il fegato, la milza e i polmoni.

(Visited 3 times, 1 visits today)
Tag:, Last modified: Giugno 26, 2024
Close