Written by 3:49 pm Pillole

Che cos’è il vitalismo?

Il vitalismo è una corrente di pensiero sviluppatasi come sistema teorico tra la metà del Settecento e la metà dell’Ottocento. Si tratta di una concezione ereditata in gran parte dal neoplatonismo e dalla filosofia rinascimentale, secondo cui i principi assoluti, oltre a trascendere il mondo, sono anche immanenti alla natura, diventando la ragione costitutiva dei singoli organismi e di tutto ciò che esiste. Il vitalismo ritiene che i fenomeni della vita, costituiti da una “forza” particolare, non siano riconducibili interamente a fenomeni chimici, e in particolare che vi è una netta demarcazione tra l’organico e l’inorganico, che la vita sulla terra ha avuto un’origine divina e non da un’evoluzione risalente a milioni di anni fa, come sostengono i biologi contemporanei. Nonostante nel XIX secolo le scoperte di Wohler e le teorie di Darwin avessero dato un duro colpo alla teoria vitalistica, essa riemerse nel Novecento con Bergson, il quale affermava che la vita biologica, come del resto la coscienza, non è un semplice aggregato di elementi composti che si riproduce in maniera sempre uguale a sé stessa ma una continua creazione che nasce da un principio assoluto, indipendente dall’azione umana, né ricreabile a partire da nient’altro.

(Visited 3 times, 1 visits today)
Tag:, , Last modified: Dicembre 14, 2023
Close