Written by 11:33 am Pillole

Che cos’è l’eritrasma

Spesso confusa con l’intertrigine o con la Tinea Pedis, l’eritrasma si presenta come una desquamazione superficiale, accompagnata spesso da fissurazioni e macerazione, che colpisce il piede. Solitamente fa la sua comparsa tra il 3° e 4° spazio interfalangeo ma può interessare anche le ascelle, le aree sottomammarie o addominali e il perineo, in particolare nelle donne obese di mezza età e nei pazienti diabetici. A livello dell’inguine si presenta come placche marginate rosa o marroni, irregolari ma lucenti con una lieve desquamazione, nettamente delimitate con una leggera desquamazione. Alla lampada di Wood, l’eritrasma mostra una tipica fluorescenza di colore rosso-corallo provocata dalla produzione di porfirina da parte del batterio causale. Le colture per lo streptococco di gruppo A eseguite su tamponi cutanei di bambini affetti sono positive. Il trattamento consiste nella somministrazione di antibiotici topici e claritromicina orale. Sono anche efficaci l’eritromicina, la clindamicina, la mupirocina topici e l’acido fusidico in caso di eritrasma localizzato. Se l’eritrasma è invece più estesto, è allora efficace la terapia orale con una singola dose di claritromicina 1 g o eritromicina 250 mg 4 volte/die per 14 giorni. Se la luce di Wood e l’idrossido di potassio (KOH) o la coltura micotica non sono disponibili per distinguere tra eritrasma e infezione fungina superficiale, deve essere considerata una combinazione di preparazioni topiche antibatteriche e antimicotiche. Bisogna comunque tener conto che si tratta di una malattia in cui le recidive sono frequenti.

(Visited 6 times, 1 visits today)
Tag:, , , Last modified: Dicembre 7, 2023
Close