Written by 10:07 am Pillole

L’importanza di lavarsi le mani: per gli italiani non è ancora essenziale

A causa della diffusione su scala mondiale del virus SARS-CoV2, la popolazione mondiale è stata testimone di un incremento esponenziale del lavaggio delle mani e delle corrette pratiche di igiene personale. In una recente ricerca (Initial) è stato esaminato il cambiamento dei comportamenti sociali sul tema dell’igiene. in particolare lo studio ha indagato l’impatto degli atteggiamenti sulla salute mentale e il benessere della popolazione. Ebbene dai dati ottenuti si evince che il 73% degli intervistati a livello mondiale è oggi più consapevole su dove si annidino maggiormente i germi. Guardando però agli italiani, la percentuale scende al 68%. Inoltre, a conferma dell’incremento della consapevolezza globale, il 95% degli intervistati nel mondo concorda di essere ora molto più propenso a lavarsi le mani dopo aver usato bagni pubblici per prevenire la trasmissione di germi. L’avvento della pandemia ha portato il 64% delle persone a livello mondiale a lavarsi le mani più frequentemente quando si trova in luoghi al chiuso (53% per quanto riguarda invece gli intervistati italiani). Questo dato, però, cambia se si analizza in base al genere: le donne italiane hanno di fatti mostrato una maggiore propensione alla scelta di nuove abitudin e il 59% di loro afferma di lavarsi più frequentemente le mani, rispetto ad appena il 45% degli uomini. Inoltre, a prescindere dalla disponibilità di servizi dove lavarsi le mani, il 58% dei rispondenti a livello globale ha dichiarato che in futuro userà soluzioni igienizzanti per proteggersi contro i virus comuni ma in Italia il dato si attesta al 50%.

(Visited 4 times, 1 visits today)
Tag:, , Last modified: Luglio 26, 2022
Close