Written by 3:04 pm Allergie, Pillole

I test per le reazioni allergiche

Da un punto di vista temporale, le reazioni allergiche derivanti dall’esposizione a un alimento scatenante (per ingestione, contatto o inalazione), si distinguono in immediate (da pochi minuti a 2 ore), intermedie (tra 2 e 6 ore) e tardive (dopo 6 ore). Per una corretta diagnosi di allergia alimentare, il National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID) raccomanda il Test di Provocazione Orale (TPO), che può essere eseguito in aperto, in singolo cieco contro placebo o in doppio cieco contro placebo. I testi diagnostici per le allergie sono invece: a) PRICK TEST: si procede a una micropuntura di allergene sospetto sulla pelle del paziente. Se la risposta e positiva, dopo pochi minuti compare un alone arrossato e un piccolo pomfo. b) PRIST TEST: tramite un prelievo di sangue si analizza e valuta la concentrazione totale di Immunoglobuline E, segno certo di una condizione allergica. Quest’esame non chiarisce pero di che tipo di allergene si tratta. c) RAST TEST: è un esame del sangue per I’identificazione degli anticorpi specifici per i diversi allergeni. In questo modo si e veramente certi della esistenza dell’allergia ma non si sa contro cosa.  

(Visited 7 times, 1 visits today)
Tag:, Last modified: Marzo 9, 2021
Close