Written by 3:08 pm Allergie, Pillole

Allergie: due parole sui metalli contenuti nei pedocosmetici

Non è superfluo spendere due parole sui metalli e sui coloranti contenuti anche nei pedocosmetici e nei prodotti usati per l’igiene infantile, i quali, complici il caldo e il sudore, possono aumentare il rischio di allergie cutanee. Il calore, infatti, ne favorisce la liberazione e la penetrazione nella pelle esponendola al rischio di fastidiose irritazioni, bolle sul viso e nelle pieghe cutanee. La forma più frequente è l’allergia al nichel che rappresenta la prima causa di dermatite da contatto scatenata da cause indipendenti dall’esposizione professionale. L’applicazione di prodotti contenenti questo metallo sul viso e sulle parti più sensibili della pelle di un bambino può determinare una sensibilizzazione attiva, ovvero la possibilità di manifestare in futuro un’ipersensibilità a dosi infinitamente basse di nichel, un elemento che si trova un po’ dappertutto. Un’attenzione particolare, quindi va data alla pratica dell’inserimento di un orecchino nell’orecchio delle bambine, una pratica fino a qualche tempo fa molto diffusa in Italia, e alla moda del piercing fra gli adolescenti, che sta rendendo le allergie al nichel sempre più diffuse.

(Visited 7 times, 1 visits today)
Tag:, Last modified: Marzo 9, 2021
Close