Written by 2:50 pm Pillole

La cheratosi pilare e le altre iperdischeratosi simili

La cheratosi pilare è un disturbo cutaneo molto comune nei bambini e negli adolescenti dovuta a un’alterazione della cheratinizzazione a livello dei follicoli piliferi di guance e tempie. La malattia non è grave e nella sua forma più semplice (ipercheratosi infundinbulo follicolare) è facilmente riconoscibile: la pelle delle aree colpite si presenta con piccole e multiple papule di 1-2 mm di diametro, secche e ruvide al tatto, di colore rossastro marrone chiaro, non dolenti né pruriginose, formate da piccoli puntini in corrispondenza dei follicoli piliferi che risultano ostruiti da tappi di cheratina. Il termine di “cheratosi pilare” può essere utilizzato, però, per un più ampio spettro di sindromi ed espressioni cutanee che hanno in comune delle iperdischeratosi che provocano rilevatezze cornee. Un primo gruppo, congenito costituzionale a trasmissione autosomica dominante, raccoglie oltre alla cheratosi pilare semplice anche la cheratosi pilare rossa atrofizzante, la cheratosi follicolare spinulosica decalvante di Siemens. Il primo gruppo si ricollega a forme strettamente genodermiche neviche (ittiosi follicolare) oppure cheratosi follicolare congenita di Jadassohn-Levandowski che può accompagnarsi sia a espressioni cheratodermiche (cheratosi spinulosa con trichostasi) che a dermatosi degenerative di tipo infiammatorio (cheratosi pilare acquisita sintomatica, da idrocarburi), e a spinulosismi episodici nel corso di dermatosi di origine infettiva (micosi, TBC, sifilide, virus), o nevoide generalizzata displastica (pityriasis rubra pilaris) o disvitaminosica. Una classificazione certamente non semplice.

(Visited 2 times, 1 visits today)
Tag:, , Last modified: Giugno 27, 2024
Close